cms-img

Julien Vidame scopriva la sua passione in una scuola d'arti applicate dove aveva l'opportunità di sperimentare diverse tecniche. Confermava il suo gusto per l'arte e piu particolarmente la sua voglia di creare oggetti distinguendosi con il loro stile epurato e interattivo.

Impaziente di scoprire la realità del mestiere, Julien Vidame interrompeva il suo ciclo di studio al secondo anno e andava a Londra, dove era assunto dopo diverse settimane a suddivare a scacchiera di incontri con i designer.

Al suo ritorno in Bretagna, dopo una esperienza d'un anno, Julien Vidame incrementava decine di prototipi per un portafoto e uno specchio. Quando questi due prodotti furono totalmente finiti (brevetto, packaging, scheda tecnica, strategia commerciale), una prima serie fu fabbricata. Diverse ordinazione, tra cui questa di Beaubourg, gli hanno permesso di lanciarsi e continuare a incrementare le sue creazioni.

Adesso sono 9 anni che decine di socie in vari paesi lavorano con i creazioni, tra cui il capezzale circondato dal aureola con il "premio della press" della fiera "Maison & Objet" di Parigi.

Oggi designer confirmato, le creazione di Julian Vidame si distinguono per la loro interattività e i loro procedimenti di fabbricazione. Amando le sfide, affrontare una problematica al fine di trovare una soluzione è essenziale per lui. Da qui il concepimento di una macchina per piegare le mensole allo scopo di creare una forma che gli industriali non potevano fare.

" Mi piace di modificare il timore d'un oggetto, affinare il suo concetto al massimo, mi interrogo in continuazione a proposito del primo messagio che voglio far passare. Il migliore complimento che posso ricevere : « E semplice ma ci voleva qualcuno che ci pensasse !» ".

Interview BLOG DECO-DESIGN

Interview WITHDESIGNERS

Interview BLOG ESPRIT DESIGN